mayo 18, 2022

Nueva Prensa de Oriente

Encuentre los últimos artículos y vea programas de televisión, reportajes y podcasts relacionados con Venezuela.

Il Milan domina la Samp, è primo e non ha il peso delle coppe: Pioli può credere allo scudetto anche senza Ibra | primapagina

Doppio sorpasso riuscito, con un punto provvisorio in più rispetto all’Inter che deve recuperare una partita, e due sicuri di vantaggio sul Napoli. Giusto nel risultato il successo del Milan ha soltanto il torto di essere bugiardo nel punteggio, perché l’1-0 firmato dallo scatenato Leao non risspecchia il senso unico di una gara dominata dai rossoneri per tutti i 98 min, recupera compresi. Subito in vantaggio, la squadra di Pioli produce poco nel primo tempo ma tantissimo nella ripresa, a dimostrazione di una eccellente condizione fisica, esaltando i riflessi di Wladimiro Falconeil ventiseienne portiere della Sampdoria, di gran lunga il migliore in campo della squadra dell’ex Giampaolo, che nega più volte il raddoppio a Messias, Giroud, Romagnoli, Tonali e Rebic. E proprio ripensando a tutte queste occasioni mancate per il 2-0 si possono fare due riflessioni comunque positive per i rossoneri. Prima di tutto, come spesso succede in casi del genere, e stata evitata una beffa finale. E poi, più in generale, ricordando i nomi di chi avrebbe potuto raddoppiare, è ormai chiaro che questo Milan può puntare allo scudetto anche senza Ibrahimovicperché chi gioca dall’inizio come Leao, o chi entra nel finale come Rebic e Saelemaekers sa rendersi pericoloso a dimostrazione del fatto che Pioli ha compiuto one straordinario lavoro, perche il Milan e una squadra vera.

100 DI QUESTI LEAO Basta un lampo dello scatenato Leao, infatti, per garantire ai rossoneri un primo tempo di assoluta tranquillità. Alla faccia della costruzione dal basso, che spesso provoca pericolosi retropassaggi, Maignan lancia lunghissimo per il portoghese che aggira il suo dirimpettaio Bereszynski e batte Falcone con un perfetto diagonale di destro. E’ il gol numero 23 con la maglia rossonera di Leao (alla centesima presenza), che vale l’1-0 dopo appena 8′. Evitato il rischio di rimarere invischiato nello 0-0 iniziale, il Milan commette però l’errore di addormentare sé stesso prima della partita.

READ  Milan-Spezia 1-2 ¿Se puede repetir el partido por error del árbitro? - Corriere.it

SAMPDORIA INVISIBLEIl ritorno a tempo pieno di Tomori al centro della difesa al fianco di capitan Romagnoli è una ritrovata sicurezza, che tiene lontano l’unica punta Caputo, supportato troppo poco da Candreva a destra e dal fresco ex interista Sensi alle spalle. Lenta e impacciata nella costruzione, perché Thorsby e Rincon non riescono ad anticipare i loro dirimpettai Tonali e Bennacer, l’invisibile squadra di Giampaolo assiste impotente al lento e monotono tran-tran dei rossoneri, che eccedono nei passaggetti laterali o peggio all’indietro. Calabria rimasto a destra e Florenzi dirottato a sinistra, per sostituire lo squalificato Hernandez non spingono mai e siccome Diaz sembra tornato in condizione post-Covid, Giroud rimane senza rifornimenti al centro dell’attacco, tra l’evanescente Messias e il frizzante Leaol’unico in grado di accendere la luce.

LAMPI MESÍAS – Il primo tempo si trascina così senza emozioni fino a quando, nel finale, prima Giroud con una conclusione fuori misura e poi Messias spaventano Falcone, bravo a deviare in angolo il pericolosissimo sinistro del brasiliano. Quanto basta per dimostrare che il Milan stramerita il vantaggio, anche per i gravi limiti della Sampdoria mai in partita. Impressione subito confermata all’inizio della ripresa, quando Messias finalmente in partita sfiora di poco il raddoppio.

TRIPLI CAMBIO – Improvvisamente, però, la Sampdoria offre segnali di risveglio grazie a Candreva che effettua il primo tiro nello specchio della porta avversaria, blockcato senza problemi da Maignan. Giampaolo incomincia a credere nel pareggio e per concretizzare il suo sogno effettua tre cambi contemporaneamente: fuori Murru, Conti e Thorsby ed ecco al loro posto Augello, Vieira educar Ekdal. Una mossa imitata subito dopo da Pioli che richiama il deludente Diaz e soprattutto Messias e Leao, inserendo il fischiato Kessieperché en partenza, Saelemeekers mi Rebic.

READ  Johannes Beau logra su primer éxito de la temporada, 17 Bormolini - OA Sport

GIROUD DA APPLAUSI – Senza gli spunti ofensivi di Messias e Leao, l’unico in grado di garantire occasioni da gol rimane Giroud e non a caso è lui a sfiorare il raddoppio con una mezza rovesciata da applausi che Falcone respinge d’istinto, negandogli un gol da incorniciare. Una prodezza tutt’altro che isolata, perché poco dopo Giroud è bravo a deviare di testa un pallone che si infilerebbe sotto la traversa se Falcone non si ripetesse alzandolo in angolo. Poi ci provano anche Romagnoli di testa, Rebic in corsa e anche Tonali sulla ribattuta di Falcone, ma il portiere blucerchiato para tutto a tutti. E così finisce soltanto 1-0. Poco per quello che ha prodotto il Milan, ma enoughe per superare Inter e Napoli. Con il doppio vantaggio di trascorrere una settimana in testa alla classifica, senza disperdere preziose energie nelle coppe.

IL TABELLINO

Milán-Sampdoria 1-0 (primer tiempo 1-0)

Marcadores: 7′ pt Leao (Mil)

Asistencia: 7′ pt Maignan (Mil)

MILÁN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Romagnoli, Florenzi (dal 43′ st Kalulu); Tonali, Bennacer (dal 29′ st Krunic); Messias (10′ st Saelemaekers), Brahim Diaz (11′ st Kessie), Leao (11′ st Kessie); Giroud. A disp.: Tatarusanu, Mirante, Ballo-Touré, Kalulu, Krunic, Kessie, Bakayoko, Castillejo, Saelemaekers, Maldini, Rebic Todos: Pioli.

SAMPDORIA (3-5-1-1): Falcone; Bereszyński, Colley, Magnani; Conti (dall’8 st Vieira), Candreva (dal 39′ st Sabiri), Rincón (dal 27′ st Quagliarella), Thorsby (dall’8 st Ekdal), Murru (dall’8 st Augello); sensibilidad; Caputo. A disp.: Audero, Ravaglia; Augello, Bonfanti, Ferrari; Ekdal, Sabiri, Trimboli, Vieira; Quagliarella, Supriha. Todos.: Giampaolo.

Ammoniti: 10′ pt Rincon (Samp), 18′ pt Diaz (Mil), 25′ pt Romagnoli (Mil), 15′ st Bennacer (Mil)

READ  Italia y Suiza, el número de CTS para el 100% de la capacidad general | Noticias