mayo 17, 2022

Nueva Prensa de Oriente

Encuentre los últimos artículos y vea programas de televisión, reportajes y podcasts relacionados con Venezuela.

en Spagna e all’Uefa scoppia il caso Ancelotti

Una carriera lunga poco meno di 30 anni, con oltre 1200 partite vissute dalla panchina e un palmares di 21 titoli conquistati in cinque paesi diversi, l’ultimo dei quali vinto meno di tre settimane fa.

Carlo Ancelotti e quel patentino scaduto a fine 2021

Tutto questo è il glorioso percorso da allenatore di Carlos Ancelotti, la cui epopea in panchina promette di essere ancora piuttosto lunga e vincente, visto che il Real Madrid sta veleggiando verso il titolo 2022 della Liga. Eppure, il tecnico emiliano si trova al centro di un caso singolare, ma al tempo stesso inquietante: il suo patentino da allenatore è infatti scaduto lo scorso 31 diciembre.

La notizia, anticipata sui social nella serata del 30 gennaio, è stata poi ripresa la mattinata seguente dal ‘Corriere dello Sport’ e pure dai principali quotidiani sportivi spagnoli.

A livello strettamente regolamentare, quindi, l’ex tecnico, tra le altre, di Milán, Paris Saint-Germain e Barcelona non potrebbe sedere in panchina per i prossimi impegni ufficiali del Real Madrid almeno fino a quando la sua situazione non sarà “sanata”, né avrebbe potuto farlo per le prime partite del nuovo anno la solare, compresa Supercopa de España, vinta dai Blancos lo scorso 16 gennaio nella finale contro l’Athletic Bilbao. E neppure potrebbe allenare durante la settimana.

Allenatori y licenze Uefa: il regolamento

Ovviamente, tuttavia, la posizione di Ancelotti alla guida del Real Madrid resta e resterà ben salda, anche se l’accaduto ha causato qualche imbarazzo sia ai vertici del calcio spagnolo che presso la la UEFA. Ma come si è potuti arrivare a questa situazione che non ha precedente nella storia del calcio non solo recente a così alti livelli?

READ  Djokovic en Australia: Problemas con la visa de exención de vacunas

I diploma per allenatori UEFA, come recita il regolamento ufficiale del massimo ente calcistico europeo, danno una licenza della durata di tre anni, che deve essere rinnovata. La più classica Adelle dimenticanze, quindi, ha portato Ancelotti a far scadere quello che viene comunemente chiamato “patentino”, la cui validità, in essere dal 2018, gli ha permesso di esercitare regolarmente la professione prima per la zzsa al stagione, e poi per i sei mesi alla guida dell’Everton nella seconda parte del 2019 e infine dall’estate 2020, quando Florentino Perez lo richiamò alla guida del Real Madrid cinque anni dopo l’esonero.

Caso Ancelotti, la Federcalcio spagnola “intercederá” presso la Uefa

Per rinnovare la licenza gli allenatori che si trovano con il patentino scaduto devono seguire dei corsi obbligatori. La Federcalcio spagnola, come riportato dal ‘Corriere’, avrebbe già comunicato ad Ancelotti che intercorrerà con l’Uefa per mettere al tecnico di non incorrere in alcuna punizione and di continuere regolarmente ad allenare anche in campo internazionale.

El Real Madrid sarà in campo già il prossimo 15 febbraio per l’andata degli ottavi di Liga de Campeones sul campo del Paris Saint-Germain.

OMNISPORT